Maratona di 24 ore di Scienze

25 10 2008

Nell’ambito della protesta contro la legge 133/08, dalle 8:30 di lunedì 27 Ottobre alle 8:30 di martedì 28 ci sarà una maratona di 24 lezioni scientifiche aperte a tutti al Dipartimento di Matematica “Ulisse Dini” (Viale Morgagni 67/a, Firenze)

IMPORTANTE:  è possibile seguire l’intero evento in streaming al seguente indirizzo:

http://radio.math.unifi.it:8000/24hnostop.m3u

  • 8.30 Prof. Ricci – “Testa, croce o successioni”
  • 9.30 Prof. Primicerio – “Innovazione tecnologica: la risorsa matematica”
  • 10.30 Prof. Pepino – “La chimica nel piatto”
  • 11.30 Prof. Giachetti – “I fatti e le idee fondamentali che hanno dato origine alla meccanica quantistica”
  • 12.30 Prof. Righini – “Il Sole, la reazione Terra Sole e il clima terrestre”
  • 13.30 Prof. Paolini – “Come imparare a risolvere il cubo di Rubik”
  • 14.30 Prof.ssa Trosti – “La simmetria”
  • 15.30 Prof. Livi – “Aspetti elementari della complessità”
  • 16.30 Prof. Landi – “Reti neurali artificiali”
  • 17.30 Prof. Casalbuoni – “Radici quadrate e antimateria”
  • 18.30 Prof. Ottaviani – “Enriques e Severi: la matematica italiana durante il Fascismo”
  • 19.30 Prof. Baracca – “Energia nucleare”
  • 20.30 Prof. Maggesi – “La meccanizzazione della matematica”
  • 21.30 Prof. Casolo – “La matematica in letteratura”
  • 22.30 Prof. Borsi – “Modellli matematici per fluidi in mezzi porosi: dalla suola delle scarpe alle falde inquinate”
  • 23.30 Prof. Gentili – “Che cos’è la Congettura di Poincarè”
  • 00.30 Prof.ssa Rubei – “Geometria tropicale”
  • 01.30 Prof. Vannini – “Chi ha paura di Darwin ovvero a cosa servono le zanzare”
  • 02.30 Prof. Cupini – “Temperamento: un enigma musicale da Pitagora a Bach”
  • 03.30 Prof. Puglisi – “In cerca dei numeri primi”
  • 04.30 Prof. Cannici – “Il contributo della zooologia nelle investigazioni scientifiche”
  • 05.30 Prof. Romito – “Mentire con la statistica”
  • 06.30 Prof. Bagnoli – “La fisica sotto il naso”
  • 07.30 Prof. Casetti – “L’ultimo lavoro di Fermi e i fondamenti della meccanica statistica”

Tutta la notte caffè gratuito e, per chi resiste fino alla mattina, colazione offerta.

Annunci

Azioni

Information

2 responses

30 10 2008
GUIDO

Amici,

Credo che purtroppo l’enorme mobilitazione contro i provvedimenti di questo governo ed in generale contro la sua politica non sortirà alcun effetto, perchè ci troviamo di fronte ad una banda di ignoranti, sordi a tutto e presi solo dai loro interessi personali e dei loro amici.

In tale situazione propongo una nuova strategia per rapportarsi e “dialogare” con il governo che, secondo me, potrebbe portare a risultati rivoluzionari.

In breve si tratta di questo: lo sciopero dei prodotti pubblicizzati sulle reti televisive del nostro presidente del consiglio. Da una certa data e per un certo periodo tutti dovranno vedere qualche programma di Italia 1 o Canale 5 o Rete 4, muniti di carta e penna, e annotare i prodotti che vengono reclamizzati durante i break pubblicitari. Ebbene, tali prodotti NON DOVRANNO ESSERE ACQUISTATI per tutto il periodo previsto.

Faccio un esempio: sulla legge Gelmini non viene effettuato un dibattito parlamentare serio e magari viene posta la fiducia, oppure viene proposto il lodo Alfano. Bene, allora dal primo di ottobre e fino alla fine di novembre (o per un periodo diverso da stabilire di volta in volta) tutti noi eviteremo di acquistare i prodotti pubblicizzati su Mediaset. In questo modo le varie aziende produttrici (che ovviamente devono essere al corrente di questo tipo di lotta), vedendo calare le vendite, saranno costrette ad abbandonare la pubblicità su tali televisioni, e ciò provocherà un danno economico più o meno grave al nostro miliardario, che probabilmente, attaccato com’è a sodi e potere, sarà costretto a scendere a patti con i cittadini.
Non è necessario che ognuno di noi stia davanti alla tv per ore ed ore (sarebbe una tortura), bastano anche i prodotti reclamizzati in un singolo spazio pubblicitario che vedo oggi, poi quelli che mi capita di annotare domani, e così via.
E non è una lotta contro le ditte che producono pasta o deodoranti: se io mangio solo rigatoni della ditta X, sponsorizzata su Mediaset, dovrò solo astenermi dal comprarla nel periodo deciso, a meno che (questo è importante) non ritiri la sua pubblicità su tali reti (anzi, da questo momento dovrò riacquistare il prodotto). Tra l’altro se non compro la pasta della marca X comprerò quella della marca Y, quindi il mercato della pasta è salvaguardato.

Ovviamente tutto questo ha bisogno di una organizzazione (mezzi di informazione quali i vostri siti internet) e di persone che coordinino le azioni di lotta. Sarà inoltre necessario per tutti riuscire a superare quel sentimento di disgusto che ci prende di fronte alla tv-spazzature delle televisioni in generale, e di quelle di Berlusconi in particolare.
Tuttavia secondo me può funzionare, però bisogna fare presto! Propongo a voi tutto ciò perché io non ho possibilità tecniche per arrivare al pubblico che i vostri siti raggiungono.
Pensate che bello: BATTERE BERLUSCONI UTILIZZANDO COME ARMA IL SUO CONFLITTO DI INTERESSI!!!

Se questo tipo di organizzazione di cittadini e della loro azione si realizzasse, potrebbe essere esteso alla lotta contro tutti i politici disonesti, di qualsiasi fazione e di qualsiasi governo futuro. Potrebbero essere pubblicate liste di marchi o aziende facenti capo a determinati politici disonesti (mi sembra che queste siano informazioni accessibili e pubblicabili legalmente), con la conseguenza di segnalare a noi cittadini i relativi prodotti da non acquistare.
Chi sa se in questa maniera si potrà arrivare in futuro ad avere uomini e donne che vadano in parlamento per fare i politici e non gli affari propri.

Il metodo potrebbe essere esportato al settore del commercio, i consumatori potrebbero finalmente essere organizzati per contrastare efficacemente gli industriali. Esempio: tale marca di pasta ha aumentato i prezzi, asteniamoci dal comprarla.

Ciao a tutti.

30 10 2008
Bianca

Prevedo che il governo farà marcia indietro.

Credo ormai si siano resi conto che la protesta è troppo radicata, condivisa e generalizzata. Corrono il rischio di ritrovarsi contro l’intero sistema accademico e scolastico italiano.

Soprattutto corrono il rischio che ci sia TROPPA GENTE CHE SI RENDE CONTO DELLE MISTIFICAZIONI SISTEMATICHE CHE CI PROPINANO I MEDIA CONTROLLATI.
È un rischio che non si possono permettere di correre perché potrebbe saltare il meccanismo fondamentale su cui si basa il loro consenso.

Per salvare la faccia dovranno trovare una formula che dia ragione a loro.

Il modo è quello di far ritornare al sistema della ricerca e delle università tutti i fondi tagliati (FFO, blocco del turnover) aggiungendoci qualcosa in più.

Probabilmente istituiranno un fondo, più ampio dei tagli all’ FFO destinato però solo alle università virtuose.
A queste, e solo a queste, sarà consentito di assumere molti nuovi ricercatori, probabilmente con una forma di contratto non a tempo indeterminato, ma comunque premiante sul piano stipendiale. Penso ad una formula 5+5 anni…
Ci aggiungeranno borse di studio consistenti per gli studenti migliori con un buon programma per gli alloggi e il vitto tali da permettere a questi di studiare nelle università migliori del paese.

In questo modo potranno affermare varie cose:

1. Che la loro intenzione era fin dall’inizio quella di colpire le baronie e i vari mali del sistema universitario italiano
2. Che le migliaia di studenti che sono scesi in piazza non avevano capito nulla
3. Che non avevano capito nulla professori e docenti di sinistra.
4. Che non aveva capito nulla la sinistra.

Ovviamente le cose non stanno in questa maniera, ma è l’unica possibilità che hanno per uscire dal casino in cui si sono ficcati.
La gente gli darà ragione e saranno ancora più forti e arroganti di prima.

Sono pronta a scommettere 100 euro. Chi ci sta?

Cordialità

Bianca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: