Comunicato stampa occupazione S.Verdiana

20 10 2008

COMUNICATO STAMPA 20 Ottobre 2008

Assemblea degli studenti della Facoltà di Architettura dell’Ateneo Fiorentino.

IL 29 Settembre 2008 gli studenti della Facoltà di Architettura di Firenze, appena rientrati dalle vacanza estive, apprendono i contenuti della Legge 133 del 6 Agosto 2008.

Il provvedimento economico, non a caso discusso ed approvato durante il periodo estivo, mira ad un ridimensionamento della spesa pubblica attuando una serie di tagli in vari ambiti. Nonostante pochi siano gli articoli di questa Legge che riguardano il mondo dell’Università, la portata di questi è tale da stravolgere in maniera drammatica tutto il sistema del’alta formazione pubblica.

Attraverso gli articoli 16,17,66 la Legge prevede:

  • Il taglio di 1 441 500 000 di euro previsto a partire dal 2009 sino al 2013 applicato al Fondo per il Finanziamento Ordinario dell’Università.

  • Il blocco del turn over al 20%. “Il numero delle unità di personale da assumere non può eccedere per ciascun anno il 20% delle unità cessate nell’anno precedente” (art.66 comma7).

Questo significa che dal prossimo anno per cinque docenti che andranno in pensione ne verrà assunto a tempo indeterminato soltanto uno.

Conseguenze: classi affollate, corsi straripanti, diminuzione della qualità della didattica.

  • Facoltà di trasformazioni in fondazioni dell’università. In attuazione dell’articolo 33 della Costituzione, nel rispetto delle leggi vigenti e dell’autonomia didattica, scientifica, organizzativa e finanziaria, le Università pubbliche possono deliberare la propria trasformazione in fondazioni di diritto privato. La delibera di trasformazione e’ adottata dal Senato accademico a maggioranza assoluta ed e’ approvata con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.”

Risulta qui paradossale il richiamo all’articolo 33 della Costituzione, il quale afferma: ”L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sull’istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato.”

Con l’articolo 16, perciò, si procede ad una privatizzazione progressiva ed inevitabile dati i tagli previsti dall’articolo 66. Ne consegue che la ricerca non sarà più libera, ma totalmente subordinata agli indirizzi dettati dai finanziatori privati; inoltre scomparirà il limite secondo cui l’università non può incassare un ammontare di contribuzioni studentesche superiore al 20% del totale del FFO con conseguente aumento indiscriminato delle tasse universitarie.

Nell’ambito delle agitazioni che hanno ormai raggiunto scala nazionale, l’Assemblea generale della Facoltà di Architettura, del 10 Ottobre, con ampia partecipazione di docenti e studenti ha approvato a larga maggioranza una forma di mobilitazione permanente che,senza sospendere totalmente la didattica si propone come approccio critico costruttivo.

Il nostro intento è quello di portare avanti una protesta che non sia volta semplicemente al dissenso e al disordine fine a se stessi; al contrario vogliamo impegnarci attivamente nella ricerca di una vera risposta all’esigenza di riforma del sistema universitario. Sono state istituite commissioni miste di docenti e studenti aventi per oggetto l’approfondimento degli effetti della legge e un’analisi dell’attuale sistema universitario. Queste iniziative di elaborazione e di discussione, liberamente aperte a tutti i componenti della Facoltà, sono state proposte in parziale sostituzione della didattica ordinaria.

L’assemblea studentesca tenutasi oggi 20 Ottobre presso la sede di Santa Verdiana, ha dato inizio ai lavori delle commissioni e si è pronunciata in favore dell’occupazione simbolica della sede fino alla conclusione della manifestazione regionale di domani, allo scopo di organizzare al meglio la manifestazione stessa e sensibilizzare il Consiglio di Facoltà di giovedì 23 Ottobre a favore dell’istituzionalizzazione della mozione approvata dall’Assemblea Generale del 10 Ottobre.

Al fine di salvaguardare il diritto allo studio, il nostro obiettivo è informare e mobilitare l’opinione pubblica riguardo le tragiche conseguenze cui andremo incontro con questa Legge, per creare un’opposizione concreta, trasversale, attenta e compatta, che spinga l’esecutivo all’abrogazione della legge 133.

ASSEMBLEA DEGLI STUDENTI DELLA FACOLTA’ DI ARCHITETTURA

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: